Torino, G.T.T. condannata per discriminazione delle lavoratrici

E’ successo a Torino: il Tribunale, sezione lavoro, ha condannato la G.T.T., il Gruppo Torinese Trasporti, a rimborsare e pagare le lavoratrici che non avevano ricevuto i premi di risultato in quanto assenti per maternità e malattia figli.

La lavoratrice madre gode di una tutela particolare nel sistema del diritto del lavoro. E’ fondamentale non ritenere “assente” una lavoratrice che è in maternità, altrimenti viene vanificata la tutela giuslavoristica della lavoratrice madre. Eppure, a quanto pare, la G.T.T. aveva omesso di corrispondere a cinque lavoratrici proprio i premi di risultato, per la loro assenza.

Il Tribunale a Torino ha condannato l’azienda, smentendo questa ricostruzione: la lavoratrice madre, anche se non presente sul lavoro, va considerata presente giuridicamente.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino il 18 novembre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *