Risoluzione del contratto preliminare: il danno a quanto ammonta?

Il risarcimento del danno per mancata stipulazione del contratto definitivo a quanto ammonta? Lo ha ben definito Corte di cassazione civile del 28/11/2017 sez. II num. 28375 che si è occupata di un caso verificatosi a Brescia negli anni Settanta, sfociato in una soluzione giudiziaria solo nel 2012 e poi, definitivamente, l’anno scorso. Va premesso che…

IRAP sulle ASL: i costi delle assicurazioni infortuni vanno dedotti dalla base imponibile

Corte di cassazione civile del 13/12/2017 sez. V num. 29867 ha stabilito che le ASL possono fruire delle deduzioni dalla base imponibile dei costi sostenuti per l’assicurazione del personale dagli infortuni. La contesa che è sorta tra le ASL – che sono enti equiparati alle amministrazioni pubbliche – e l’Agenzia delle Entrate riguarda il tentativo del…

Impugnare il licenziamento, chi può farlo: risponde l’avvocato del lavoro a Torino

Chi può impugnare il licenziamento irrogato dal datore di lavoro? Il lavoratore, il sindacato, l’avvocato e altri soggetti muniti di procura. Oggi ci occupiamo del potere di impugnativa del licenziamento. Esso è stabilito dall’art. 6 Legge del 15/07/1966 num. 604, il quale dispone: Il licenziamento deve essere impugnato a pena di decadenza entro sessanta giorni…

Appalto o contratto d’opera? Una sentenza chiarisce la distinzione

I lavori svolti da un’impresa all’interno di un condominio danno occasione alla Corte di Cassazione di definire ancora meglio la distinzione tra appalto e contratto d’opera, che tradizionalmente si annida nelle dimensioni organizzative dell’impresa deputata ai lavori. I lavori, nel caso di specie avvenuta in Liguria, riguardavano: l’impermeabilizzazione dei lastrici solari di copertura del fabbricato…

studio legale Duchemino - Torino

 
Sito web creato in collaborazione da Luca SpinelliWebePc