L’avvocato gratis a Torino: mini guida sul gratuito patrocinio a Torino

Moltissimi si chiedono se esiste un avvocato gratis a Torino, in quanto versano in difficoltà economiche e avendo problemi legali a Torino non possono permettersi un avvocato a pagamento. Molte ricerche telematiche sui principali motori di ricerca confermano questo andamento. L’avvocato gratis a Torino è una sorta di miraggio, in cui peraltro sperano molti cittadini.

Bisogna anzitutto precisare che il patrocinio si definisce “a spese dello Stato” e non gratuito.

L’avvocato gratis a Torino esiste nella misura in cui il cliente che fruisce del cosiddetto patrocinio a spese dello Stato non dovrà pagare il proprio legale a Torino. Questo non esclude, però, che nell’ipotesi di sconfitta nel corso di una causa, possa essere chiamato a saldare le spese legali della controparte, così come liquidate dal giudice. Così, deve essere chiaro che l’intero ambito delle consulenze stragiudiziali – quelle, cioè, che si svolgono fuori delle aule giudiziarie e non davanti ad un giudice – è fuori dall’ambito dell’avvocato gratuito. Mentre ci ricade, tendenzialmente, il contenzioso della mediazione civile.

L’avvocato totalmente gratis, quindi, non esiste. Tuttavia, il servizio di patrocinio gratuito, che in passato era realmente una attività di volontariato svolta dall’avvocato a Torino, ora si presenta nella forma del patrocinio a spese dello Stato. La dicitura è cambiata per il fatto che l’avvocato viene comunque pagato – mentre nei secoli scorsi non era pagato -, ma viene pagato dallo Stato seppure in misura diversa dall’avvocato “classico”.

In ogni tribunale esiste un ufficio per richiedere la nomina di un difensore a spese dello Stato. Per informazioni, contattare lo Studio Duchemino: 0110465816/3771783020.

Chi può fruire dell’avvocato gratuito a Torino?

La normativa di riferimento è sempre il D.P.R. 30 maggio 2002, n° 115 T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia. Colui il quale vanti un reddito familiare inferiore ad 11.493,82 euro così come risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi, avrà due soluzioni:

  • rivolgersi all’ufficio del patrocinio presso il Tribunale, facendosi nominare un avvocato gratis a Torino;
  • recarsi il prima possibile da un avvocato di fiducia a Torino, che sia iscritto nelle apposite liste degli avvocati che prestano servizio a spese dello Stato per il patrocinio dei non abbienti, il quale curerà di farsi nominare presentando una domanda telematica. Lo Studio Duchemino è contattabile in ogni momento per richieste di questo tipo: 3771783020;
  • l’avvocato ha l’obbligo di fare gli accertamenti con il cliente, per verificare se rientra nei requisiti, informando il cliente delle responsabilità per le dichiarazioni false.

Chi intende ottenere un avvocato gratuito a Torino può presentarsi dall’avvocato di fiducia a Torino con carta di identità, dichiarazione dei redditi, autocertificazione del reddito, codice fiscale; e la documentazione di supporto, ad esempio i documenti anagrafici, qualora si tratti di cause di separazione e divorzio, il certificato originale di matrimonio (o l’estratto).

Lo Studio Duchemino opera fin dal 2010 come avvocato in gratuito patrocinio.

Ora, l’avvocato gratis è un avvocato come tutti gli altri; svolgerà il suo compito esattamente come un avvocato qualunque, senza omettere parti di attività. Questo perché il patrocinio gratuito è una scelta personale dell’avvocato, che intende assistere i cittadini non abbienti. Così come il medico della mutua assiste i pazienti allo stesso modo di quelli paganti, l’avvocato in gratuito patrocinio assisterà il cliente fornendogli lo stesso supporto di serietà che concede ai clienti paganti.

Dunque, rispondendo al quesito che molti si pongono chiedendosi se esiste l’avvocato gratis a Torino: esso esiste e si può nominare in ogni momento, a condizione di rientrare nelle fasce reddituali. Nell’ipotesi in cui la causa sia già iniziata, le cose sono più complicate, a livello tecnico, ma la domanda di patrocinio è sempre possibile. E’ bene però evitare di rivolgersi all’avvocato solo quando le cose sono già iniziate e la difesa già imbastita.

Bisogna considerare che fa fede il reddito dei membri del nucleo anagrafico, come risulta dall’anagrafe, anche se non sposati. Inoltre, è fondamentale chiedere all’avvocato chiarimenti sulle condizioni per fruire dell’avvocato gratuito a Torino. E’ fondamentale accertare che la propria necessità rientri nelle attività coperte dalla legge. Ciò vale sia quando si voglia iniziare una causa, ma non si hanno i soldi per farlo, sia quando si subisca una causa. Lo stesso discorso vale per chi vuole fare valere i diritti inviolabili, o chi appartiene ad un nucleo familiare nel quale si trova anche colui contro il quale vuole intentare causa. Si pensi al caso di una separazione: marito e moglie appartengono allo stesso nucleo e non è possibile considerare in questo caso detto parametro, quello del reddito familiare, altrimenti incorrendo il coniuge nella conseguenza di non potersi difendere.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino il 5 gennaio 2018

4 commenti su “L’avvocato gratis a Torino: mini guida sul gratuito patrocinio a Torino”

  1. sciascia gabriele

    buongiorno volevo chiedere delle informazioni se e possibile, nel anno 2017 ho dovuto fare un finanziamento di 29000 euro per l,acquisto di prima casa dopo un anno circa la mia azienda dove lavoravo ha incomincia a dare solo dei piccoli acconti e non sono piu riuscito a pagare le rate poi a fine 2019 ho dato le dimmissioni per giusta causa e ho trovato un altro lavoro e ho ricomminciato di nuovo a pagare le rate ma non riuscivo a pagare anche quelle rimaste indietro, qualche ettimana fa ho ricevuto una raccomandata da un avvocato della finanziaria lo contattato e mi ha detto che la finanziaria mi aveva proposto un saldo stralcio da 31000 euro a 23000 euro da pagare in 4 mesi altrimenti sarebbe andato avanti con le procedure, volevo sapere se nel caso che rifiutassi vosa mi puo succedere? si possono attacare alla casa? attendo risposta per favore sono preocupato. se mi volete contattare al 3473855869

  2. Anatoli Cubasov

    Buon giorno! Ho bisognio di vostro aiuto; si trata di una prattica di pensione e rinovo permesso di sogiorno, tutti due sono collegati{una cosa dipende de altra…..???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *