Vai al contenuto

L’amministratore non contabilizza i bonifici: che fare?

Impianto-acqua-in-comune

Accade spesso che l’amministratore non contabilizza i bonifici.

In pratica, l’amministratore condominiale non li registra.

Il condomino possiede la documentazione per dimostrarli.

Tuttavia, l’amministratore non li ha contati al momento del consuntivo.

Che cosa fare?

L’amministratore non registra i bonifici: obblighi di legge

Partiamo con la disciplina generale.

L’amministratore deve tenere la contabilità in modo chiaro e trasparente (art. 1130 bis c.c.).

Solitamente è previsto un bilancio preventivo (le spese ipotizzate).

Successivamente, l’amministratore deve presentare un consuntivo (le spese effettive).

Non è raro che l’amministratore, prima dell’assemblea condominiale, invii ai condomini una bozza.

Su quella l’assemblea sarà chiamata a deliberare.

In questo modo il condomino può fare le verifiche.

L’amministratore condominiale non contabilizza i bonifici: la giurisprudenza

Obbligo di rendiconto

Secondo la giurisprudenza:

I principi suddetti, quindi, prevedono una contabilità semplice.

– L’art. 1130 c.c. prevede che l’amministratore renda annualmente il conto della gestione affinché l’assemblea possa esercitare il controllo sull’esecuzione del preventivo e di eventuali diverse o ulteriori determinazioni non contemplate (Cass. 864/2019);


– La documentazione contabile non necessita di forme rigorose come per le società (Cass. 3936/75) ma basta che essa renda intellegibili le entrate, le uscite, i modi di impiego e la ripartizione delle spese (ex multis Cass 5150/82; 3309/77) ed è sufficiente l’approvazione sintetica del documento (Cass. 1405/2007) purché risulti la specificità delle partite (Cass. 896/1984);

– Non basta quindi un prospetto sintetico di entrate ed uscite ma occorre una documentazione di supporto a giustificazione dell’operato (Cass. 7213/1990) con l’integrazione di giustificativi, specie per spese impreviste (Cass. 2781/1973) la cui mancanza di disponibilità (sebbene non sia necessario allegarla) al momento dell’approvazione in sede di votazione rende invalida la delibera per violazione del procedimento (Cass. 19940/2003).

Chiarezza e trasparenza di bilancio

Tuttavia, tale contabilità deve essere chiara e i documenti giustificativi devono esistere ed essere resi disponibili.

L’amministratore non contabilizza i bonifici: che fare?

Arrivati a questo punto, bisogna chiedersi che fare se l’amministratore non conta un bonifico che il condomino ha effettuato.

Il condomino, dal canto suo, avrà la contabile, cioè la distinta di bonifico.

L’amministratore dovrebbe inserirlo a credito, in quanto sono soldi realmente versati.

Il condomino, pertanto, potrà impugnare l’eventuale delibera che ha approvato il bilancio.

Questo succede anche se, appunto, il consuntivo è stato approvato.

L’amministratore condominiale e i bonifici dei condomini

L’amministratore dovrà avere le pezze giustificative sulla cui base fondare il consuntivo.

Se queste mancano, la contabilità risulta irregolare.

La gestione contabile, infatti, spetta all’amministratore.

Non è obbligato ad allegare alla convocazione i giustificativi, ma li deve mettere a disposizione su richiesta.

Qualora quest’ultimo non abbia giustificato il consuntivo in modo sufficientemente chiaro, questo viene a lui imputato.

L’amministratore non contabilizza i bonifici: un caso a Napoli

Tribunale Napoli, Sez. IV, Sent., 20/09/2023, n. 8555 ha annullato il verbale.

L’amministratore non era in grado di giustificare l’omessa registrazione di un bonifico realmente eseguito dal condomino.

Il tribunale, pertanto, in questo caso di scarsa chiarezza, ha annullato la delibera in quanto annullabile.

I principi contabili erano stati violati in condominio.

L’amministratore non contabilizza i bonifici: quando rivolgersi all’avvocato del condominio?

Se l’amministratore mostra di ricredersi e rivede i conti prima dell’assemblea, non ci sono problemi.

In tal caso, comunque, è sempre consigliata una consulenza legale.

L’avvocato spiegherà al cliente i principi contabili del condominio.

Ovviamente, qualora l’amministratore non cambi idea, sarà necessario procedere legalmente.

Articolo redatto ad Alpignano il 9 ottobre 2023 da Studio Duchemino, studio legale a Torino

4 commenti su “L’amministratore non contabilizza i bonifici: che fare?”

  1. si chiede gentilmente se il proprietario di un appartamento ha diritto di poter visionare tutte le fatture o i bonifici pagati dall amministratore di condominio x interventi di manutenzione .

    Si ringrazia vivamente
    minguzzi

    1. Il condomino può chiedere copia delle fatture, a sue spese e l’amministratore deve consegnarle. Molti amministratori consegnano anche copia dei bonifici.
      In caso contrario si può iniziare una mediazione civile (una procedura conciliativa), dove si richiedono i predetti documenti.

  2. SABINA FELICIA OROS

    Salve sono la signora OROS se il mio amministratore non contabilizza i bonifici bancari che attesta il pagamento delle rate condominiale che cosa posso fare quale denuncia per il reato di negligenza nel bilancio o la querela grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button