Indennità di trasferta degli Ufficiali Giudiziari: aggiornamento

Interviene il Ministero della giustizia con il decreto 7 novembre 2014 in materia di variazione della misura dell’indennità di trasferta spettante agli ufficiali giudiziari. Si precisa che è stato pubblicato nella Gazz. Uff. 19 novembre 2014, n. 269, ed entra in vigore il primo giorno del mese successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, come recita l’art. 2.

Il Ministero della giustizia DEC 07/11/2014 prevede:

Art. 1.

1. L’indennità di trasferta dovuta all’ufficiale giudiziario per il viaggio di andata e ritorno è stabilita nella seguente misura:

a)  fino a 6 chilometri Euro 2,15;
b)  fino a 12 chilometri Euro 3,92;
c)  fino a 18 chilometri Euro 5,42;
d)  oltre i 18 chilometri, per ogni percorso di 6 chilometri o frazione superiore a 3 chilometri di percorso successivo, nella misura di cui alla lett. c), aumentata di Euro 1,15.

2. L’indennità di trasferta dovuta all’ufficiale giudiziario, per il viaggio di andata e ritorno per ogni atto in materia penale, compresa la maggiorazione per l’urgenza è così corrisposta:

a)  fino a 10 chilometri Euro 0,56;
b)  oltre i 10 chilometri fino a 20 chilometri Euro 1,44;
c)  oltre i 20 chilometri Euro 2,15.>

In relazione alla riorganizzazione degli Uffici giudiziari, questi importi possono destare preoccupazione soprattutto a causa del chilometraggio per le notifiche fuori Torino, anche perchè la notifica va portata magari in luogo molto lontano, ma strettamente di competenza.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino il 12 dicembre 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *