Il nuovo regolamento sulla formazione degli avvocati: vince la linea conservatrice

Torniamo su un tema già affrontato, in particolare in questo articolo a cui si rimanda: https://www.studioduchemino.com//tag/regolamento-62014

Quando è stato scritto, si attendeva la decisione del T.A.R. sulla legittimità del nuovo regolamento forense circa la formazione professionale degli avvocati, regolamento appunto contenente elementi di conservatorismo e per questi motivi impugnato davanti alla giustizia amministrativa dall’Ordine degli Avvocati di Roma.

Purtroppo la terza sezione del T.A.R. Lazio non ha accolto le istanze degli avvocati, ritenendo di non doverne sospendere l’applicazione e non ravvisando elementi di disequilibrio in quella normativa, cioè nel regolamento 6/2014.

Il regolamento è stato ritenuto conforme ai principi della legge 147/2012. Ciò significa che rimangono in vigore, come dal primo gennaio 2015 vanno applicate, le norme limitative, specificamente quelle che impediscono di assumere crediti formativi dalla formazione in e-learning e quindi on-line per più di una certa percentuale, esonerando al contempo una vasta categoria di avvocati “anziani” dall’obbligo di formazione.

Purtroppo, si conferma una linea conservatrice, che osteggia il cambiamento e l’adattamento alle nuove problematiche sociali ed economiche.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino, il 16 gennaio 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *