Vai al contenuto

Cosa succede se un genitore lascia tutto ad un figlio?

Rendiconto-erede

Cosa succede se un genitore lascia tutto ad un figlio?

In questo articolo analizziamo distinguiamo tra quota legittima e quota disponibile.

E verifichiamo che cosa succede se un genitore lascia tutto ad un figlio.

Indice

Cosa succede se un genitore lascia tutto ad un figlio? Che cos’è la quota disponibile?

La quota disponibile è la quota che il genitore può lasciare a chi vuole.

Esiste, quindi, una quota legittima, riservata a determinati parenti (soprattutto figli e coniuge).

Inoltre, quello che oltrepassa questa quota si chiama “disponibile”.

La disponibile può essere lasciata a chiunque, anche ad uno solo dei figli.

Cosa succede se un genitore lascia più beni ad un figlio?

Di per sè non succede niente.

Può accadere che un genitore lascia più beni ad uno solo dei figli, per riconoscenza o altro.

Questo è perfettamente legale.

In Italia, però, esiste ancora la quota legittima, di cui abbiamo parlato sopra.

Il genitore dovrà, quindi, lasciare a chi vuole il restante patrimonio, rispettando la legittima.

Non sempre succede.

Cosa succede se un genitore lascia tutto ad un figlio? La violazione della legittima

Il problema sorge quando un genitore viola la legittima.

In sostanza, oltrepassa la quota di cui poteva disporre liberamente.

In tal caso, si ha la lesione della legittima.

Molte cause in tribunale si basano su questo.

Calcolando il valore del patrimonio al momento della morte del genitore, è possibile stabilire le quote effettive.

Se un figlio ha ricevuto di più, violando la legittima degli altri, dovrà restituire qualcosa.

Cosa succede se un genitore lascia tutto ad un figlio? Una sentenza che riassume il problema

Citiamo la sentenza Tribunale di Roma n. 7997/2023 pubblicata il 22/05/2023.

E’ uno dei tanti esempi di sentenza nella quale il giudice riduce (art. 555 c.c.) alcune disposizioni testamentarie, per equiparare la situazione.

In particolare, era il caso di alcuni fratelli, uno dei quali aveva ricevuto di più.

Questa disposizione fatta con testamento violava la legittima.

Il Tribunale la riduce, essendo l’unica che viola la legittima (non essendovi anche altre donazioni o altro).

In questo modo, tutti i figli ricevono il giusto previsto dalla legge.

La rimanenza rimane ovviamente al figlio stesso che aveva ricevuto di più.

Per dubbi, è bene sempre rivolgersi all’avvocato esperto di eredità, per una consulenza.

Articolo redatto ad Alpignano da Studio Duchemino il 12 luglio 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button