Compravendita di immobili con vizi occulti: la risposta dell’avvocato immobiliarista a Torino

Una delle grandi croci di chi acquista e vende è la presenza dei vizi occulti. Che è anche una delle principali richieste che si rivolgono all’avvocato immobiliarista a Torino.

Il cosiddetto “vizio non apparente”, infatti, è quel vizio dell’immobile occulto “non rilevabile usando l’ordinaria diligenza” di chi si approccia in modo naturale alla compravendita, senza ovviamente avere competenze specifiche (architetti, ingegneri, geometri).

Contrapposti ai vizi occulti sono i vizi “apparenti”, chiamati così perchè appaiono immediatamente ad un controllo rapido dell’immobile.

Ad esempio, l’esistenza di una copiosa infiltrazione di acqua, oppure la risalita di umidità dal terreno, se visibile è un vizio apparente, facilmente rilevabile. In questi casi, quindi, il compratore deve denunciare il vizio entro 8 giorni dalla scoperta, che però nella maggior parte dei casi corrisponde con la “consegna” del bene immobile.

Quando si acquista casa è utile rivolgersi all’avvocato immobiliarista prima di accedere alla fase delle trattative immobiliari e non dopo l’acquisto. Una rapida consulenza legale immobiliare può chiarire tanti dubbi che se non chiariti possono trasformarsi in veri e propri incubi successivamente all’acquisto o al semplice compromesso.

Per quanto riguarda i vizi occulti, invece, l’art. 1495 cod. civ. stabilisce sempre il termine di 8 giorni dalla scoperta, tuttavia essendo occulti la scoperta può avvenire successivamente. In questi casi è bene rivolgersi all’avvocato immobiliarista seduta stante, senza induguare nemmeno qualche ora, per evitare spiacevoli effetti “a sorpresa”.

L’azione di garanzia per i vizi dell’immobile si può esercitare, infatti, previa denuncia entro 8 giorni dalla scoperta e comunque entro un anno di tempo dalla consegna, che corrisponde di solito con la consegna delle chiavi e quindi del possesso, anche se esistono sentenze e casistiche che danno più spazio all’acquirente nell’ipotesi in cui alla consegna non si accompagni il trasferimento della proprietà (ad esempio nel caso di contratto preliminare con consegna anticipata, il quale ha effetto solo obbligatorio).

L’avvocato immobiliarista saprà consigliare il cliente anche sui casi in cui si fa eccezione a questi termini, per verificare se è possibile ugualmente far valere la garanzia nonostante il decorso del tempo.

Molti acquirenti, infatti, non conoscono in modo dettagliato la normativa, come è ovvio che sia, ed è quindi assolutamente consigliabile individuare un avvocato immobiliarista a Torino e chiedere una consulenza precisa su tutte le casistiche previste dalla legge.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino il 6 aprile 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *