Come liberarsi dall’agenzia immobiliare: precauzioni e consigli sull’incarico all’agenzia. Risponde l’avvocato immobiliarista a Torino

Una delle cose più difficili è fare contratti con le agenzie immobiliari: da una parte ne abbiamo bisogno per trovare acquirenti o venditori, dall’altra possono costituire un ostacolo.

L’avvocato immobiliarista è chiamato di volta in volta a difendere le agenzie o i clienti, proprio in quanto tutti hanno bisogno di tutela. Ma oggi prendiamo il punto di vista del venditore o acquirente.

Vi è chi preferisce vendere in privato, con tutti i rischi di non trovare clienti. L’agenzia infatti svolge un importante ruolo economico, la ricerca di acquirenti e venditori, grazie a varie piattaforme e pubblicità. Ma spesso pretende l’esclusiva, per cui bisogna rivolgersi all’avvocato immobiliarista anche solo per trattare sulle clausole, visto che non vi è molta elasticità.

Un altro grosso scoglio è il recesso. C’è chi vuole essere libero di recedere, ma spesso le agenzie compilano i formulari prevedendo già una penale per il recesso.

Non sempre le penali sono legali, basti pensare alla giurisprudenza dell’autorità sulla concorrenza in relazione al recesso dai contratti di agenzia. Per questo, l’avvocato immobiliarista deve effettuare una valutazione globale della clausola, inserita nel contesto contrattuale fatto di reciproci obblighi e diritti.

Anche la provvigione può rappresentare un problema, spesso per l’entità elevata della percentuale o perchè dovuta da entrambi i contraenti. Si distingue in Italia una mediazione tipica, da quella atipica, quella in cui l’agenzia riceve un incarico preciso e giuridicamente vincolante da una delle parti. La mediazione tipica è una figura più teorica che altro, è raro che nessuna delle due parti incarichi il mediatore, l’agenzia solitamente agisce su mandato di uno dei due.

Come liberarsi dall’agenzia? La risposta è necessariamente complessa, ma l’esperienza dell’avvocato immobiliarista può fare la differenza tra negoziazioni, mediazioni, contestazioni di validità del contratto. E’ lì la soluzione, per cercare di salvare le situazioni più compromesse. Chiedere all’avvocato immobiliarista rappresenta in alcuni casi l’unica soluzione, in quanto l’agenzia sarà poco propensa a dare retta al cliente che voglia recedere dal contratto di mediazione. Spesso ciò succede a lavoro svolto, perchè l’agenzia ha trovato dei contatti che hanno firmato i moduli. Per questo, non è semplice impugnare il contratto, a meno che non si versi in situazioni particolari (ad es. i contratti a distanza) o qualche normativa specifica non venga in soccorso.

Perchè rivolgersi all’avvocato immobiliarista? Anzitutto perchè è l’unico che può chiarire al cliente la situazione, in secondo luogo perchè grazie all’esperienza specifica solo tramite una controversia legale è possibile alle volte trovare lo sbocco che si cercava. Tra le righe della legge e il comportamento delle parti.

Quello che conta è l’esperienza concreta dell’avvocato immobiliarista .. a Torino opera lo Studio Duchemino da anni nel settore degli immobili al fine di tutelare chiunque abbia bisogno di supporto contrattuale.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino – settore immobili – il 26 agosto 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *