Quanto valgono gli studi di settore?

Una decisione della Commissione Tributaria di Primo Grado di Milano (Milano numero 5037 del 27 maggio 2014) ribadisce il valore di presunzione semplice degli studi di settore. Tuttavia, si segnala che la decisione viene presa con riferimento a due principi diversi, in quanto nella vicenda l’Agenzia delle Entrate aveva:

erroneamente inquadrato il tipo di attività;

eluso il contraddittorio e il confronto con il contribuente.

Quindi, fermo il principio che lo studio di settore, a differenza di quanto avviene solitamente, deve essere considerato solo un’indicazione indiziaria che consente a livello macroscopico di individuare forme di evasione, questa precisa decisione risulta favorevole al contribuente per ragioni diverse.

Approfondimento: quanto vale uno studio di settore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *