FCA condannata in Georgia

Guai di immagine per FCA, Fiat Chrysler Automobiles (FCA), condannata a risarcire la famiglia del bambino Remington Walden morto in Georgia in un incidente stradale del marzo 2012.

In buona sostanza, un camionista aveva tamponato la Jeep (un modello del 1999) su cui viaggiava anche il bambino, che poi era morto dopo l’incendio dell’auto. Il tamponamento aveva causato, sostanzialmente, una fuoriuscita di carburante. L’auto aveva fatto parte di un richiamo della compagnia, che aveva accettato in accordo con le autorità di installare ganci a protezione maggiore del posteriore del veicolo. La giuria di appello della Georgia, contro la cui decisione la casa automobilistica probabilmente ricorrerà alla Corte Suprema dello Stato, aveva deciso per una incidenza del 99 % della colpa della Casa nel processo causale che ha provocato la morte del bambino.

Articolo redatto a Torino da Studio Duchemino il 16 novembre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *